Il Python non è un serpente…

E già. Effettivamente era ora che mi mettessi a studiare un linguaggio di programmazione serio. Dopo i giochini scrausi col BASIC (tempi di Windows) e con bash (tempi della settimana scorsa), più che giusta è stata la scelta di affrontare l’argomento programmazione in modo più approfondito. E cosa potevo scegliere di più semplice e completo se non Python? Un linguaggio (a modo suo) open e di facile comprensione.

Ciò che mi interessa di più però è l’interfaccia grafica… Dopo varie ricerche e una lunga discussione su #python (sfociata in non ho capito bene quale modo in un dibattito Arch vs. Debian) ho deciso di optare per wxPython, che per dirla in modo tecnicissimo sono le wxWidget per Python.

La mia prima GUI che, a differenza delle altre, non vi farà venire una gastrite.

Lo confesso, lo stimolo a studiare sta roba non mi è venuto per naturale conseguenza di iniziazione al vero mondo dell’informatica. Ho in mente un progettino per la mia Arch, ma non ve lo svelo, che se poi non ci riesco faccio brutta figura!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...